L’ORIZZONTE DEL NOI
Giugno 16, 2014
CRESCONO LE RICHIESTE ALL’EMPORIO
Giugno 10, 2020
 

Con una lettera inviata a tutte le parrocchie e ai fedeli di tutta la diocesi, il Vescovo Gero ha istituito nel giorno della festa dell’Ascensione del Signore, il Fondo diocesano di Solidarietà “Insieme per Ripartire”.

Questo tempo difficile, di emergenza sanitaria mondiale in cui tutti siamo stati coinvolti, ci ritroviamo immersi in una crisi economica e sociale inaspettata, inimmaginata che ha portato molte persone, molte famiglie a un drammatico impoverimento economico ma anche sociale e umano. La perdita del lavoro – che purtroppo ha colpito numerosi nostri fratelli e concittadini – è come sottolineato dal Vescovo, ma anche da papa Francesco, una perdita di dignità, l’impossibilità “per ciascuno a contribuire al bene comune”.

I servizi Caritas in questi mesi sono stati un aiuto fonda

mentale per molte persone che mai avrebbero pensato di dover bussare alle nostre porte: in particolare il Centro ascolto diocesano e i Centri ascolto parrocchiali a cui molti si sono rivoti, ma anche l’Emporio (che ha visto un notevole aumento degli accessi nel mese di aprile) e l’accoglienza straordinari per senza dimora in Seminario.

Con il Vostro contributo potremo continuare ad aiutare chi vive situazioni drammatiche e come sottolinea il Vescovo “Facciamoci concretamente prossimi a tanti nostri fratelli in difficoltà”.

IBAN IT 05 S 05034 10600 000000012497
intestato FONDAZIONE DIOCESANA COMUNITA’SERVIZI ONLUS
CAUSALE: Fondo Diocesano di Solidarietà “Insieme per ripartire”

Vi ricordiamo che le erogazioni liberali alle ONLUS possono essere detratte dall'imposta ai sensi dell'art. 15 del TUIR o in alternativa (con norma più favorevole) posso essere detratte in base all'art. 83 comma 1) del D. Lgs 117/2017 (codice del Terzo Settore). Vi è anche l’opportunità, sempre in via alternativa alle opzioni precedenti, della deduzione dal reddito in base all'art 83 comma 2 dello stesso D. Lgs. Per beneficiare di questa opportunità è necessario che le erogazioni siano effettuate esclusivamente tramite versamenti che ne garantiscano la tracciabilità, (NO CONTANTI) quindi con bonifico (bancario o postale) oppure bancomat, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari.

Per chi desidera comunque effettuare l’offerta in contanti, è possibile fissare un appuntamento telefonando al numero 019/8389638. Per ogni chiarimento potete contattare l’amministrazione della Fondazione, inviando una mail ad info@comunitaservizi.org o telefonando al numero 019/8389638.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial